L’Università

E’ il periodo dei contemporanei italiani: Moravia, Bevilacqua, Elsa Morante, Oriana Fallaci: un viaggio nella evoluzione della lingua italiana, per rimettersi al passo dei tempi dopo tanto… passato. Un’avida esplorazione dei modi di sentire e di vivere della società che lo circonda: la noia di esistere, la superficialità dei sentimenti, il desiderio profondo d’amore, troppo spesso insoddisfatto, la conflittualità generazionale, i grandi temi sociali, le lotte per i diritti civili, il cambiamento tumultuoso di usi e costumi in una nazione che nonostante tutto non vuole smettere di crescere, e di evolversi. In questo stesso periodo nasce e si sviluppa con rapida intensità l’interesse per i narratori sudamericani: Sepulveda in primo luogo, e poi Isabella Allende, Coelho, Gabriel Garcia Marquez e tutti gli altri.